Pagine

venerdì 23 giugno 2017

Salvatore Monetti Quello che amo di te

Quello che amo di te
e il tuo essere Donna
Infinita e Profonda
dal gusto mielato
e dai baci dolci e prolungati.
Tu... rivolo a primavera
che diventi gaia e pura
al passaggio della prima lucciola
dopo l’inverno amaro. 

Salvatore Monetti



giovedì 22 giugno 2017

Antonella Morini "IL PIANO"

 "IL PIANO"
Il suono di quel piano

era poesia per le mie orecchie,
guardavo incantata quelle mani
toccare tasti con la grazia d'una farfalla.
Riuscivi a far volare la mia mente
sorvolavo montagne come aquila libera,
chiudevo gli occhi ed ero altrove.
Ricordi che resteranno chiusi in uno scrigno
riposto in un cuore malato e nostalgico
di quell'amore che non fu.
Troppo avevo chiesto alla vita
e così prese la tua
lasciando posto al vuoto
di cui ancor oggi perseguita
la mia esistenza.
Di notte,
quando il sonno
riesce a cogliermi di sorpresa,
entri nei miei sogni,
ti vedo seduto a quel piano,
di bianco vestito
e sento la nostra musica.
Un regalo,forse l'ultimo
prima di passare oltre quella celestiale luce,
sei venuto per un addio?
Alzati,avvicinati,abbracciami
e fammi sentire 
il sapore
di un tuo bacio.
Antonella Morini 





mercoledì 21 giugno 2017

Salvatore Monetti La tua voce

La tua voce
un’assenza vestita a festa
vicina alla realtà
di un sogno avuto
in un mattino di giugno.
Il guanciale del cuscino
volta le spalle alla finestra
e un’eco chiama
da un paese lontano
il mio segreto semplice e tenero
toccato appena da una bava di vento
e continuo a sognare
sperando che l’alba 
non intacchi la tua mano
che mai potrà cancellare
i tuoi versi socchiusi
in un angolo della notte.

Salvatore Monetti

domenica 18 giugno 2017

Agostino Degas

Le belle persone restano sempre belle,

 anche se passano gli anni.

 Anche se sono senza trucco. 

Se sono stanche, se hanno le rughe.

 Perché la bellezza che è dentro di noi non invecchia mai.

 Diventa con gli anni più fragile e preziosa.

 Le belle persone non smettono mai di brillare.

Agostino Degas









sabato 17 giugno 2017

Salvatore Monetti Il mio corpo

Il mio corpo 
chiede carezze e baci
per esorcizzare la cattiva giornata
passata come un vagabondo
alla ricerca del paradiso
che tu sola puoi visitare. 
Godi di questo corpo impaurito
condiviso tra la bellezza e l’orrore,
tra le ombre del desiderio che lento s’assopisce.
Ti prego mia Donna
avvolgi di piacere la linfa benevole
su prato glorioso di un dolce respiro
e lega la fiaccola ardente
alla luna innamorata
di un delicato e generoso domani

Salvatore Monetti




venerdì 16 giugno 2017

Antonio Meola Attimi

Attimi
Aspetti
di rivivere l'attimo,
labbra che si sfiorano,
mani che si intrecciano,
corpi che si cercano
per vivere
l'estasi di quell'atto
più forte dell'amore,
piu lungo della passione.
Ripeti
quell'infinito sospiro,
rivivi
quel sogno infinito
finché i pensieri
hanno logica di vivere,
hanno vita di esprimersi.
Imprimi a fuoco
nell'anima scossa
quell'emozione d'amore
che dentro te
ha avuto inizio
ma che non avrà
mai più fine.
Melanto
poeta da quattro soldi



martedì 13 giugno 2017

Salvatore Monetti Nasce una rosa

Nasce una rosa
su una siepe disadorna
nel sereno e inquietante tramonto
di un giorno vissuto con te
Senza sfiorirti ho goduto del tuo calore
che mai dividerò con nessun altro
perché la tua linfa
mi ha sanato
nel segreto dell’anima
Ed ora crescendo spero
che il tuo cuore
trascini in questa vita
le sfumature velate del nostro desiderio.

Salvatore Monetti